Due fantastici lettori per non vedenti.

Il mese scorso ad Abilitando, una esposizione di tecnologia per disabili, ho girato parecchi video che sto pubblicando sul mio canale youtube. www.youtube.com/watch

Annunci

Aumenta il sonno, rende abili e migliora la concentrazione. Ecco svelati tutti i benefici della Hlettura.

Un altro articolo sui benefici della lettura che, sto sperimentando. In questo periodo infatti, poca tecnologia e molta lettura. Aumenta il sonno, rende abili e migliora la concentrazione. Ecco svelati tutti i benefici della lettura.

http://progettomedea.com/2019/08/09/aumenta-il-sonno-rende-abili-e-migliora-la-concentrazione-ecco-svelati-tutti-i-benefici-della-lettura/
— Leggi su progettomedea.com/2019/08/09/aumenta-il-sonno-rende-abili-e-migliora-la-concentrazione-ecco-svelati-tutti-i-benefici-della-lettura/

Leggo di tutto, e voi?

Trovo edificante, ma soprattutto estremamente piacevole il tempo della lettura: ed è giusto così, altrimenti sarebbe assurdo leggere. I benefici e i vantaggi li conosciamo tutti, anche se non è automatico che ai benefici segua un comportameto consono: so ad esempio che il movimento ci farebbe bene ma, poi seguitiamo con la nostra proverbiale sedentarietà. Facciamo le cose buone o cattive solo per passione.

Leggi tutto “Leggo di tutto, e voi?”

Il Braille celebrato come un illustre defunto, più che praticato.

Recupero un articolo di Davide Cervellin, un imprenditore non vedente di Tyflosystem, azienda che produce e importa ausili per disabili, per confutare alcune considerazioni e svilupparne altre.

Lui sostiene che la nostra generazione di non vedenti si è macchiata di alcune colpe:
quella di aver ricevuto più di quello che ha dato.
quella di aver cercato il protagonismo piuttosto che aver lavorato sodo,
quella di aver scimiottato i comportamenti negativi dei nostri politici dilapidando crediti e benessere.
Questo è vero per tutte le generazioni: i padri creano, i figli il più delle volte mantengono o dilapidano: questo perchè ciascuno agisce in funzione del tempo in cui vive e spesso non condivide i valori dei padri.

Mi concentro però sull’ultima colpa che Davide attribuisce alla nostra generazione di non vedenti: quella di celebrare il Braille più che praticarlo: quanto è vero, in tutto il nostro bel paese assistiamo ad un fiorire di convegni, dibattiti, tavole rotonde sul Braille e la sensazione è quella che venga celebrato come se fosse già morto; in memoria di.

Chi vede, deve sapere che la scrittura braille, che ha rappresentato una autentica rivoluzione nella storia di emancipazione dei non vedenti, è praticata più o meno come la frequentazione delle nostre chiese cattoliche: il 10%, forse anche meno.

Le cause? l’impressione che le sintesi vocali lo possano sostituire, la scarsa o nulla conoscenza del Braille da parte degli educatori, insegnanti di sostegno e alcuni di loro lo sconsigliano, la minore predisposizione al sacrificio in generale. Ricordo i commenti ad un video sul Braille che avevo pubblicato durante una manifestazione dell’unione ciechi: “ok bravo ma, cosa continui a parlare del Braille che tanto ormai con l’iphone si fa tutto”. E’ sconsolante notare, da informatico, che un tempo per studiare avevamo tavoletta Braille, valigiate di libri Braille ma la motivazione era tale e tanta che non ci occorreva altro per studiare. Ora abbiamo pc, sintesi vocali che quasi non le distingui da quelle umane, intelligenza virtuale, iphone che ti leggono semplicemente dalla telecamera, navigatori sempre più performanti, elettrodomestici parlanti, e siamo diventati pigri mentali.

Ora che potremmo fare di tutto, finiamo per non fare quasi niente. Il tono è ovviamente provocatorio ma, è sconsolante vedere le potenzialità ma non i risultati; salvando e lodando naturalmente le eccezioni.

“Ti prendo e ti porto via”: ovvero, come non fare una recensione.

Da poco tempo ho terminato la lettura del libro di Nicolò Ammanniti: (ti prendo e ti porto via). Già scritto che quando si conclude una storia si è attraversati da sentimenti contrastanti? forse si, già scritto; Dispiace abbandonare i personaggi che popolano le storie, li si vorrebbero ancora presenti, conoscere il seguito della loro esistenza letteraria. Allo stesso tempo, si ha voglia di passare ad un’altra storia, anche se non subito: certe esperienze devono sedimentare, fondersi nella nostra mente con i brandelli di altre storie. La nostra mente è una fucina che acquisisce manufatti di forme e colori diversi per forgiarli e costruire la nostra particolare originalità. Questo libro mi ha scortato in questi giorni di preoccupazioni, ho assunto una carica e ne sento tutto il peso, ha vivacizzato le notti insonni: se devo stare ore vigile con i sensi all’erta senza fare nulla, tanto vale ascoltare un frammento di libro, affidando a lui il compito di tirarmi via da questo status. Sono poi anche le situazioni che rendono il libro in lettura più o meno significativo. E così ho trovato davvero significative le ultime parole del libro, che poi sono il titolo stesso. Posso davvero affermare che in questo periodo il libro mi ha preso portandomi via e questo mi ha fatto bene. La lettura è così del resto! Ti porta via per riportarti a casa più forte e più ricco.

Ebooks dove reperirli e perchè.

la mano che sfoglia l’ebook.

Accanto al libro cartaceo che speriamo non tramonti mai, la tecnologia ci fornisce altri strumenti che possono surrogare i libri e fornire una chiave di accesso a coloro che dal cartaceo erano esclusi: penso ad esempio ai non vedenti che, ne ho già parlato, non potevano accedere alla stragrande maggioranza delle pubblicazioni. Ho già affrontato il capitolo degli audiolibri lasciando alcuni link utili per poterli reperire sulla rete https://vscarfia.com/2019/01/22/audiolibri-per-tutti-perche-e-come-reperirli/

Ebook che esconono dall’hipad.

Mi

il video sul mio canale. concentrerò ora sulle motivazioni che ci dovrebbero indurre a leggere ebooks e soprattutto, dove trovarli sapendo che quelli di qualità andrebbero acquistati, anche perchè il loro prezzo è decisamente inferiore al cartaceo. ,Gli ebooks sono pratici: ti puoi portare in giro centinaia di libri in un ebook reader o sui nostri smartphones. Si leggono sempre meglio, i caratteri possono essere ingranditi, si possono selezionare e copiare frammenti più significativi, si possono attivare svariati segnalibri, si possono far leggere da sintesi vocali sempre più performanti. Non discuto qui se sia meglio la modalità cartacea o ebook o altro; ciascuno finalmente può scegliere in base a criteri assolutamente personali.
Cosa ci frena allora? Anzitutto i numerosi formati: epub, pdf, mobi, doc, txt e chi più ne ha ne metta. Qualcosa dei formati si deve dire:
Doc e simili: doc, docx, odt, rtf, sono i formati utilizzati dai programmi di videoscrittura più comuni. Possono presentare problemi di inpaginazione a seconda del software impiegato per elaborarli e da alcuni programmi sono modificabili.
Pdf: formato inventato dalla Adobe che mantiene la stessa inpaginazione, ma proprio per questo non si presta ai lettori di ebook perchè presentano la pagina intera e si deve zummare.
Txt: formato di testo puro e semplice; privo quindi di attributi: caratteri differenti, corsivo, sottolineature eccetera.
Epub: formato più semplice di ebook che consiste in una cartella compressa contenente testi e immagini. Il formato più utilizzato.
Poi ci sono tutti i formati proprietari, (prodotti dalle varie case editrici o produttori di lettori ebook), e qui mi fermo per non debordare.
Come scovarli allora? Partiamo.
Amazon in primis: il più fornito. Dispone di un catalogo sterminato, alcuni ebook vengono venduti a prezzi stracciati, altri sono gratuiti per gli iscritti ad amazon prime, dispongono di lettori di ebook di app di lettura su smartphone come kindle. Il formato è Mobi: ci sono vari convertitori e il discorso si complica. Iscrivendosi a kindle, si ha diritto ad una mail del tipo (nome.cognome)@kindle.com, ad uno spazio di 5 giga e inviando a questa mail un qualsiasi testo doc, pdf, txt ad esempio, il testo viene convertito in mobi.
https://www.ibs.it/offerte-ebook/ebook-gratis-da-scaricare?page=2 una selezione di ebooks gratuiti da provare sui pc.
https://www.amazon.it/ebooks-kindle/b?ie=UTF8&node=827182031 all’atto della mia trattazione sono 5348400, possono bastare?
https://www.mondadoristore.it/ebook/italiani/ gli ebooks della mondadori ma praticamente ci sono cataloghi di ebook per ogni casa editrice.
E voi, se leggete, come leggete?