Macchina 1 – Uomo 0: DeepMind e StarCraft 2

The Password

A tutti sarà capitato di guardare almeno una volta nella vita uno di quei film dalla trama scontata dove lo sfidante, novellino e alle prime armi, riesce a battere un avversario professionista con alle spalle migliaia di ore di addestramento. È uno di quei cliché che non passeranno mai di moda perché fa leva sulla simpatia che suscita un perdente, un contendente sfavorito, un underdog, che riesce a sconfiggere un campione.
Ma cosa succede quando noi siamo i campioni da battere, mentre lo sfidante alle prime armi è una macchina?

Nel 1996 DeepBlue, un supercomputer della IBM, sfidò e sconfisse il campione del mondo di scacchi Garry Kasparov: per la prima volta la macchina era riuscita a sconfiggere l’uomo, e per la prima volta migliaia di studiosi si erano convinti delle reali potenzialità dell’intelligenza artificiale.
Poche settimane fa, alla fine di gennaio, alcuni campioni del mondo di StarCraft 2…

View original post 397 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.