Carta stampata 2.0: evoluzione non significa estinzione

CompassUnibo Blog

La crisi che da
diversi anni colpisce il nostro Paese sta minacciando fortemente tanti settori
e numerose attività, mettendo a dura prova sia i mestieri tradizionali che
quelli considerati più moderni.

Nel dettaglio ho deciso di riflettere sulla situazione
delicata e critica che oggi sta vivendo la carta
stampata
(libri, riviste, quotidiani, ecc.) e i luoghi ad essa dedicati,
quali le biblioteche e le edicole.

Il mondo del cartaceo, oltre alle condizioni avverse generate
da una forte crisi economica, deve riconoscere che con l’avvento di Internet non è più il solo portavoce di
informazione e sapere.

Come dimostrato dalle statistiche Istat condotte nel 2017 (https://www.istat.it/it/files//2018/12/C10.pdf)
l’abitudine alla lettura è calata, e questo fenomeno sembra non arrestarsi.

Nel 2016 circa una famiglia su dieci non ha alcun libro in
casa. I lettori sono solo il 40,5% della popolazione.

Leggono più le donne degli uomini. E sono sempre più
numerosi…

View original post 620 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.