Editoria multimediale accessibile — SCACCO AL WEB : novità ed idee per il Web e la comunicazione digitale

Annunci

La sindrome di hikikomori: le quattro regole per aiutare gli adolescenti prigionieri

Spazio Vitale

hikikomori

Sono maestri di strumenti tecnologici, ma ne sono anche le vittime. Al giorno d’oggi gli adolescenti sanno come usare un dispositivo elettronico e come trovare tutto su internet, ma non hanno esperienza e malizia per farla franca, nella vita reale così come nella vita virtuale, evitando i pericoli che possono sorgere.

View original post

In evidenza

La tecnologia per le persone, non il contrario.

Riporto un articolo da "Superando", che trovo interessante fin dal titolo. Come garantire che le nuove tecnologie, in continua evoluzione, siano anche accessibili, oltre ad evitare ulteriori potenziali rischi derivanti dalle stesse? A tale tema l’EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità, sta dedicando una serie di preziosi documenti, dai quali emerge come il principio guida … Continua a leggere La tecnologia per le persone, non il contrario.

La tecnologia che non ci fa pensare : ‘Non basta munire tutti gli abitanti delle più grandi tecnologie possibili se nessuno sa, compreso gli inventori, come usarle in modo efficace. Invece di progredire con questi mezzi potentissimi, si regredirà più velocemente di quanto si avrebbe fatto senza.’

Proprio interessante: utile ribloggare quando chi scrive lo fa assolutamente meglio.

Benvenuti nel rifugio di Claudio

View original post

In evidenza

La sfida della comunicazione nei social network: l’arte di saper comunicare con gli utenti

Spazio Vitale

Portare a termine una comunicazione di successo è già un compito complesso in qualsiasi ambito della vita. Ma cosa succede quando gli interlocutori si moltiplicano e c’è una sola voce che risponde? Comunicare nei social network richiede una serie di competenze da parte di professionisti di social media marketing. Nello specifico, quando si risponde a una persona ma non solo si comunica con lei, ma si lancia un messaggio pubblico a tutti coloro che leggono quel commento.

View original post

Bugiardini digitali (eBook)

Marco Moraschi

Gli EULA (End-User License Agreement) sono indubbiamente i bugiardini del terzo millennio. Come per i medicinali, infatti, questi contratti digitali accorrono in aiuto ai software che assumiamo con fede ogni giorno, sperando che ci aiutino a fare le cose meglio, guarendoci dalla fretta del vivere. E come i bugiardini, sono spesso chilometrici e pieni di controindicazioni, per cui ne saltiamo a piè pari la lettura convinti che essere ignari del loro contenuto ci renda più liberi nel loro utilizzo e certamente più sereni, un po’ come quella vecchia massima “Ho letto che bere fa male. Ho smesso di leggere”. 

View original post 766 altre parole

In evidenza

Alessandria scolpita: riproduzioni da toccare.

L'11 maggio sono stato invitato ad "alessandria scolpita", per toccare 4 riproduzioni di statue lignee dell'arte sacra del 500 alessandrino. Si trattava di riproduzioni eseguite con la stampante 3 d, ma la particolarità consiste nel materiale: una resina che, assicurando una definizione maggiore, garantisce una piacevolezza al tocco, nonchè una percezione migliore dei particolari.

Rischi e opportunità del mondo virtuale

1°Tentativo

Il mondo di Internet si sta espandendo sempre di più e anche i pericoli del navigare nel Web stanno aumentando. Ormai la possibilità di navigare in Internet è rivolta a tutti, anche ai più piccoli. I siti più usati sono Instagram, Facebook, Youtube e Twitter, in cui si possono pubblicare contenuti che altri utenti potranno guardare. Nel mondo di oggi le persone preferiscono stare dietro a uno schermo a chattare piuttosto che parlare nella realtà, mettendo da parte la vita reale.

Uno stile di vita sempre più diffuso è quello degli hikikomori. Chi sono? Sono delle persone che passano la loro vita chiusi in casa e per la maggior parte del tempo collegati ad Internet. Il nome hikikomori deriva da giapponese hiku “tirare” e komoru “ritirarsi” , letteralmente “ritirarsi dalla vita sociale”. Il fenomeno nasce in Giappone ma si è diffuso anche in Occidente e l’Italia conta il maggior…

View original post 332 altre parole

Cos’è un FabLab, di Lia Tommi

Molto attratto ed interessato al Fablab per l’utilizzo delle stampanti 3d in favore delle disabilità: una sfida affascinante.

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Cos’è un FabLab

Il FabLab è tante cose, diverse tra di loro, non necessariamente perfettamente sincronizzate. Il FabLab è uno spazio aperto al pubblico, un luogo di socializzazione e incontro. È un luogo di produzione attraverso l’utilizzo di un set di macchine standard che consente la progettazione, prototipazione e realizzazione, attraverso la stampa 3D, di oggetti e manufatti. È un luogo di ricerca, di svago, di relazione.

Un po’ officina, un po’ laboratorio di ricerca e sviluppo, un po’ centro sociale, il FabLab è un network di realtà presenti in decine di paesi al mondo, da Parigi a New York passando per Kabul fino a Pavia e Parma. Il FabLab è un luogo sempre uguale a se stesso, le macchine devono essere quelle previste, ma inevitabilmente diverso a seconda del territorio e della comunità che lo ospita.

Nato presso l’MIT di Boston, grazie al lavoro seminale di Neil Gershenfeld, fonda…

View original post 745 altre parole

Intelligenza artificiale e Sanità, un mercato in rapida crescita

Intelligenza artificiale e Sanità, un mercato in rapida crescita http://quifinanza.it/innovazione/intelligenza-artificiale-e-sanita-un-mercato-in-rapida-crescita/276058/ — Leggi su quifinanza.it/innovazione/intelligenza-artificiale-e-sanita-un-mercato-in-rapida-crescita/276058/