La nuova Sala blu 2 + al servizio dei disabili.

Da:Giornale UICI Disabilità, ecco la nuova app Salablu+:l’ausilio 2.0! di Lorenzo Imperiale La nuova Applicazione sarà dedicata allepersone con disabilità o ridotta mobilità (anche temporanea) che viaggiano intreno: dall’ausilio interattivo a quello pratico, ecco tutte le novità di“Salablu+”. “Salablu+” (letta “Sala Blu Plus”) è lanuova app di RFI che consentirà di prenotare i servizi di … Continua a leggere La nuova Sala blu 2 + al servizio dei disabili.

Come leggere più libri grazie a Siri!

sempre alla ricerca di nuove modalità per leggere sempre e comunque, ribloggo questo articolo interessante.

imrobertastone

Inutile negarlo, viviamo in un mondo frenetico e non abbiamo mai tempo per poter fare quello che realmente vogliamo. Dobbiamo “pianificare” addirittura la “pianificazione” se vogliamo essere persone efficienti, e tante volte anche se rimane un po’ di tempo preferiamo oziare, mettendo da parte quello che potrebbe essere per noi più produttivo.

View original post 584 altre parole

Annunci

Perché la lettura?

Ape Furibonda

Mi trovo a scrivere di lettura in quanto reduce da un corso universitario molto interessante su questi temi. Spero di riuscire a trasmettere la stessa curiosità che mi ha animata, e per ogni desiderio di approfondimento vi invito a buttare l’occhio sulla bibliografia sottostante.

Vi siete mai chiesti, da lettori, perché vi piace leggere? Oppure, da non lettori, perché invece leggere è importante e dunque per voi auspicabile? Un lettore dovrebbe saper convincere chiunque non ami la lettura ad appassionarsi ad essa, perché tanti sono i suoi vantaggi: amplia notevolmente la nostra esperienza, collegandoci con lontani universi spazio-temporali; ci fa crescere come persone; ci aiuta ad apprendere ed esercitare la lingua, che è il passaporto per il nostro stare al mondo; ci fa sperimentare le miriadi di possibilità umane, ampliando la nostra capacità di prendere scelte. Insomma, leggere ci apre la mente, e aprendoci la mente ci rende liberi!

Certo…

View original post 382 altre parole

Il Braille al microscopio. prima parte.

Libro braille aperto. Da oggi fino al 21 febbraio, dedicherò diversi articoli, qualche immagine o video al metodo di scrittura e lettura Braille, data la sua importanza cruciale per i non vedenti che, Grazie a questo grandissimo metodo inventato da Louis Braille, hanno acquistato dignità di uomini e donne, finalmente soggetti educabili. Ma perchè fino … Continua a leggere Il Braille al microscopio. prima parte.

L’editoria: un mestiere diffcile e poco remunerato

Sport Journalism

Ora è giunto il momento di parlare di un campo che mi ha sempre interessato. Non a caso ho una Laurea in Informazione ed Editoria, quindi l’argomento calza con la mia scelta di vita.

L’Editoria, il mestiere di chi dedica passione e competenza alla diffusione della cultura sta cambiando volto in questi ultimi anni.

Oramai sta prendendo sempre più piede la versione digitale, ma nello stesso tempo si fanno largo sempre maggiori insidie. Oltre ad aver aperto la possibilità di un’autopubblicazione a fronte di spese irrisorie, c’è anche un lato diverso, pieno d’incognite, di fregature.

Quello che vuole sottolineare Laura Platamone nel suo volume dedicato all’argomento, dal titolo “Editoria. Istruzioni per l’uso”. Già questa prima frase spiega piuttosto chiaramente gli intenti dell’autrice, persona qualificata per parlare di libri. Infatti la signora suddetta dirige una casa editrice Neropress e ne ha fondata una da poco tempo che riguarda esclusivamente la…

View original post 391 altre parole

WhatsApp: finalmente arriva il consenso per entrare nei gruppi

Novità in arrivo per il popolare sistema di messaggistica istantanea: l’iscrizione ai gruppi non potrà essere più automatica Vi è mai capitato di trovarvi in gruppi WhatsApp senza aver fatto nulla per entrarvi? A me spesso: e la considero una seccatura. Questa potrebbe essere la notizia che stavate aspettando. Secondo un’indiscrezione pubblicata dal sito WABetaInfo, … Continua a leggere WhatsApp: finalmente arriva il consenso per entrare nei gruppi

Lasciare Facebook è inequivocabilmente positivo per la salute mentale

E allora perchè non abbiamo la forza o il coraggio per abbandonarlo? Magari qualche vantaggio? Propongo questo articolo, poi vediamo se avrò lo stimolo per rifletterci sopra e argomentare.

Spazio Vitale

Facebook-salute-mentale

Molti di noi sono diventati così abituati ai social network che è difficile ricordare quando non esistevano nelle nostre vite. Nel corso dell’ultimo decennio, la quantità di tempo trascorso sui social network e davanti agli schermi di uno smartphone o di un PC è aumentata lentamente ma costantemente, il che ha destato l’interesse di molti professionisti della salute nel comprendere il suo impatto sulla salute umana.

View original post